Cosa pensiamo

Cosa pensiamo

La comunicazione

dalla strategia alla creatività

A cosa serve la comunicazione

All’inizio… era il prodotto.
Così potrebbe cominciare la storia della comunicazione dei nostri tempi. Tuttavia il prodotto, anche il più sofisticato e perfetto, da solo è nudo.
Il suo abito è la comunicazione, un sistema complesso e articolato in grado di rendere palesi, valorizzandole, la natura del prodotto, le sue qualità e le sue valenze. E, come per gli abiti, anche la comunicazione di qualità risponde a scopi diversi fra loro, secondo occasioni e destinatari.

Comunicare il prodotto, comunicare l’azienda

La comunicazione: il processo in grado di raccontare in forma contemporaneamente “logica ed emotiva” come e perché nasce un bene. Un racconto che descrive anche chi fa il prodotto, cioè l’azienda: il suo modo di lavorare, i suoi valori, la sua cultura. Un processo, quello della comunicazione, assolutamente indispensabile in un’età come la nostra, caratterizzata da un’offerta sovrabbondante di beni apparentemente simili fra loro (lo sappiamo bene quando scegliamo in qualità di produttori o di consumatori), molto diversi.

Un racconto di comunicazione

Il senso principale del nostro lavoro è ideare e realizzare, insieme all’impresa cliente, una strategia di comunicazione efficace che dia vita ad un “racconto di comunicazione” articolato nei suoi vari momenti e capitoli (tecnico-informativo, emozionale, commerciale, etc), che rendano il prodotto e l’azienda per quello che sono: una realtà unica ed inimitabile in un mondo sempre più “eguale” e confuso.
Una realtà destinata, proprio come i prodotti, a veder riconosciuto nel tempo il proprio valore e la propria unicità.

“ESSE” come strategia

Come è noto, fare strategia è la cosa più difficile. Un progetto per potersi definire “strategico” deve infatti riguardare un arco temporale di medio-lungo periodo. E le aziende – o almeno, la maggioranza di esse – in questo momento sono concentrate sul “qui e ora” e sui risultati immediati. (Del resto come dal loro torto?). Eppure fare strategia è per un’azienda, qualunque azienda, indispensabile. Il nostro ruolo? Innanzitutto di stimolo, in qualche caso persino di provocazione. E poi di metodo. Metodo che proponiamo quale “piattaforma mentale” sulla quale far girare le competenze e le conoscenze tecniche e commerciali dei nostri clienti. Loro conoscono il loro mercato e i “tic” del loro target. Noi conosciamo il modo per trasformare le informazioni in motivazioni, i fatti in ricordi, la contingenza in sistema. E’ un percorso faticoso? Abbastanza. Ma è come la democrazia: non hanno ancora inventato un sistema migliore.

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!